Dispositivi che fanno ormai parte della nostra vita quotidiana, ma date le diverse varianti disponibili in commercio abbiamo deciso di ricapitolare qualche informazione utile per fare chiarezza…

Le differenze riguardano le strutture tecniche di ognuna. Pur essendo tutte idonee a garantire, insieme alle norme di distanziamento e di igiene che ormai sappiamo essere fondamentali, protezione dagli agenti virali a trasmissione aerea, esse di distinguono per il grado di efficacia.

Per esempio, quelle in tessuto non hanno un’elevata capacità protettiva, che però potrebbe aumentare se dotate di filtro.

    1. Mascherine in tessuto: non sono certificate, ma vengono riconosciute come uno strumento abbastanza valido per contrastare la diffusione del Covid-19. Forniscono una giusta protezione dai droplets. Sono riutilizzabili, purché vengano lavate minuziosamente ad alte temperature.  Non sono l’ideale quanto a efficacia contro le particelle più piccole;
  1. Mascherine chirurgiche: solitamente utilizzate da medici e dentisti, in epoca di pandemia si sono diffuse largamente tra la popolazione. Ottime quanto a filtraggio verso l’esterno, la protezione si riduce per  il filtraggio interno. La mascherina chirurgica è monouso e va sostituita dopo 4-5 ore di utilizzo;
  1. Mascherine FFP2: rientrano tra i dispositivi di protezione individuale (DPI). La loro capacità di filtraggio sia esterno che interno è superiore a quella delle mascherine chirurgiche. Vanno comunque sostituite dopo circa 6 ore;
  2. Mascherine N95 e KN95: indossate correttamente, ti garantiscono una protezione dal virus pari al 95%. Sono monouso, vanno utilizzate entro la data di scadenza indicata e sostituite dopo circa 8 ore di impiego continuato.

Ricapitoliamo insieme anche quali sono gli accorgimenti necessari per indossare una mascherina correttamente: fondamentale infatti per non pregiudicare l’efficacia di qualsiasi tipo di mascherina si scelga, è UTILIZZARLA CORRETTAMENTE.

  1. Lavaggio delle mani: assicurati di avere sempre le mani pulite nel momento in cui devi indossare la mascherina;
  2. Adesione perfetta: verifica che il dispositivo di protezione aderisca perfettamente sia al tuo viso;
  3. Non toccare la mascherina: evita il contatto delle mani con la mascherina, specie con la sua superficie interna.
  4. Cura nella rimozione: nel momento in cui puoi toglierla, fai attenzione a prenderla soltanto dagli elastici che la legano al viso. Non toccarla internamente.
  5. Lavaggio della mascherina riutilizzabile: fai attenzione alle indicazioni di lavaggio fornite dal produttore. In ogni caso, ti consigliamo di provvedere a una pulizia frequente e dettagliata tanto della mascherina quanto del filtro.

Quando cambiarla? 

Anche quelle riutilizzabili hanno una durata limitata nel tempo. Le mascherine assicurano una reale protezione in tempi brevi di utilizzo. Quella in tessuto e la chirurgica vanno cambiate al massimo ogni 5 ore di uso ininterrotto, le altre (FFP2, FFP3, N95, KN95) al massimo per 6.

Rispetta sempre i suggerimenti offerti e non correre rischi inutili. Tieni in considerazione che questi tempi si accorciano per i bambini. I piccoli hanno la tendenza a mettere le manine sulla loro mascherina, per cui è meglio provvedere a cambiarla dopo cicli di utilizzo più brevi. Se non soffri di severe patologie e se non conduci una vita a stretto contatto con gli altri, la mascherina chirurgica sarà in grado di garantire standard di protezione in linea con la tua quotidianità.

Se invece sei una persona con gravi problemi di salute o svolgi un lavoro a stretto contatto con il pubblico, ti conviene optare per una mascherina FFP2, che offre maggiori livelli di sicurezza. Stesso discorso se vivi a contatto con anziani o se utilizzi di frequente i mezzi pubblici. Se invece lavori nel campo sanitario, la mascherina FFP3 senza valvola sarà quella che più garantirà la salute tua e dei tuoi pazienti.

Fai la tua scelta consapevole.

Acquista il dispositivo di protezione più appropriato per la salvaguardia della salute tua e della tua famiglia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *